ZTE Mimosa X, lo smartphone con NVIDIA



Il palcoscenico del World Mobile Congress di Barcellona si arricchisce di un nuovo protagonista che, oltre a Android 4.0 Ice Cream Sandwich, porta in dote un patrimonio genetico basato su nomi celebri: ZTE, Tegra 2, GeForce, Icera. È quasi certo che alla fine del mese, nella cornice spagnola, ZTE presenterà il suo nuovo smartphone Mimosa X.

Dotato della nota CPU NVIDIA Tegra 2 SoC dual core, che include la GPU GeForce e modem di Icera, recente acquisto di NVIDIA, Mimosa X sarà dotato di un ampio display da 4,3 pollici con la classica risoluzione di 960 x 540 pixel e di due fotocamere delle quali la posteriore dovrebbe essere una 5 Megapixel.

Il punto di forza del nuovo smartphone ZTE è certamente la sezione radio con il modem NVIDIA Icera 450 in grado di supportare HSPA+ fino a 21 megabit per secondo e dotato di tecnologia IceClear in grado di cancellare le interferenze migliorando le prestazioni e con accorgimenti tali da offrire prestazioni eccezionali. Di tutto rispetto anche lo storage interno da quattro gigabyte espandibile fino a trentadue con le schede microSD.

Michael Rayfield, direttore generale del settore telefonia mobile di NVIDIA, non nasconde l’emozione di vedere nello ZTE Mimosa X uno smartphone dove tutti i principali processori sono basati sulla tecnologia del colosso di Santa Clara e che per la prima volta “porta un’esperienza d’uso di livello premium su un prodotto mainstream.”

Ovviamente anche la sezione multimediale è molto curata, con l’uso dell’advanced audio distribution profile (A2DP), con la compatibilità piena del Dolby, oltre alla presenza del supporto DLNA per condividere i contenuti con semplicità. Gli utenti potranno inoltre sfruttare le capacità di registrazione di video in HD, con audio stereo grazie al doppio microfono integrato.