Vodafone, Tim, Wind: le tariffe per andare all’estero nel 2012



Il mese di agosto, crisi o non crisi, avrà bisogno di ottime tariffe sul roaming internazionale per accontentare i tanti utenti in viaggio. Chi viaggerà all’estero, infatti, dovrà per forza utilizzare le tariffe internazionali per comunicare con l’Italia.

Ovviamente gli operatori italiani sono pronti alla sfida. A partire da Vodafone, possiamo segnalare che per il roaming internazionale sono previste diverse opzioni: Vodafone Passport, Free Roaming e Daily Travel Tariff. A prescindere da ciò, esiste una tariffa base ed una differenziazione dei paesi in tre grandi zone.

In Zona 1 il costo è di 21 cent a chiamata in partenza e poi calcolo sui secondi di conversazione; Zona 2, addebito di 2 Euro con 60 secondi di conversazione, poi si prosegue a scatti di 30 secondi al costo di 1 Euro; in Zona 3 si parla di 4 Euro a chiamata e 20 Euro ogni 30 secondi dopo i primi 60 secondi di conversazione.

Per ciò che riguarda il roaming internazionale proposto da Tim, anche qui c’è una differenziazione in zone: in Europa è previsto un primo scatto anticipato di 30 secondi e poi tariffa al secondo. Nel resto del mondo la tariffazione è prevista a scatti anticipati di 60 secondi. Il roaming internazionale della Wind, invece, prevede 4 zone.

Tutti e tre gli operatori, in ogni caso, riescono a fornire ai loro utenti un servizio di roaming internazionale perfettamente funzionante ma a costi decisamente elevati. Probabilmente sarà l’ultimo anno perché come vi abbiamo anticipato dalle pagine del nostro network, l’Unione Europea sta organizzando le cose in modo da abbassare sensibilmente i prezzi. Accadrà per davvero? Staremo a vedere!