Vodafone cloud: prezzi e caratteristiche



Presentato ormai da un paio di settimane in Italia, il progetto Vodafone Cloud si propone come il primo servizi di storage on line ideato dal colosso Vodafone. Ovviamente, il punto di forza della proposta sta nell’integrazione con la rete telefonica curata dallo stesso operatore; con le future prospettive legate alle reti LTE 4G, il gruppo Vodafone ha tutte le carte in regola per provarci.

Il mercato è pieno zeppo di concorrenti e questo Vodafone lo sa bene, eppure la sfida si fa allettante se si pensa al fatto che gli utenti hanno bisogno di un gran spazio per archiviare i propri documenti e per alleggerire i loro smartphone i quali, sebbene ultra capienti, hanno bisogno di poter essere sempre liberi di incamerare nuovi documenti e, soprattutto, file musicali.

Il servizio funziona già ottimamente con la rete 3G ma è con l’LTE che Vodafone punta a fare il salto di qualità, anticipando i competitor. Ai file sarà possibile accedere tramite un browser comune oppure attraverso un client dedicato che andrà a creare un ambiente sul desktop del pc, sincronizzato direttamente con il web.

Basterà incollare il documento nella zona testé illustrata per avere il file sempre pronto ad essere utilizzato da qualsiasi postazione. L’applicazione per Android, iOS e BlackBerry sarà disponibile a breve e, probabilmente, arriverà anche una versione per Windows Phone. Vodafone fa un passo avanti in termini di tutela della privacy giacché sarà direttamente la scheda Sim a garantire la riservatezza necessaria all’utente il  quale verrà identificato attraverso i dati della sua scheda e non dovrà immettere ulteriori informazioni nello spazio virtuale.

Potrete utilizzare lo storage virtuale rispettando dei limiti di spazio a seconda dei file (audio, video, etc) e scegliendo fra due tipologie di abbonamento: Vodafone Cloud 5GB (2 Euro al mese) oppure Vodafone Cloud Unlimited (5 Euro al mese per i 1 TB di spazio!).