Siri in Italiano: opinioni, funzioni comandi vocali



L’avvento di iPhone 5 è stato accompagnato dall’arrivo di iOS 6 completo di Siri in italiano. Il sistema di ricezione comandi vocali ideato dalla Apple ha fatto il suo debutto oramai un anno fa, in occasione del lancio di iPhone 4S.

Al di là dello stupore generale, in breve nei mesi successivi ci furono svariate critiche ad un software che, purtroppo, appariva ancora accompagnato da qualche limite. Siri, infatti, non parlava molte lingue tra cui l’italiano ed il cinese. Inoltre, non sempre Siri era in grado di rispondere a domande complesse preferendo delle domande a cui facevano seguito comandi precisi e diretti.

L’idea, insomma, era buona ma meritava ulteriore sviluppo. Inoltre, a partire dall’avvento del Samsung Galaxy S 3, Siri ha dovuto fare i conti con S-Voice, il riconoscitore vocale di Samsung che, quanto meno, ha da subito parlato in italiano!

Oggi, invece, iOS 6 può far sfoggio di un riconoscitore vocale aggiornato e più prestante. Le opinioni, al momento, sembrano favorevoli anche perché il sistema operativo mobile iOS 6 ora come ora ha ben altri problemi. Siri, insomma, sui primi device della Apple arrivati in Italia sembra rispondere bene agli stimoli degli utenti anche perché iPhone 5 è dotato di tre microfoni in diverse posizioni. In questo modo la voce dell’utente arriva più nitida al software che riesce così a mettere in gioco una maggiore affidabilità.

Il device, inoltre, ha un sistema in grado di pulire il suono in entrata da rumori esterni così da lasciare soltanto la voce ad emettere il comando. Siri in italiano, dunque, promette bene!