Piano dati: attenti alle soglie.



L’estate che bussa prepotentemente alle porte riporta in evidenza il problema dei limiti del piano dati del nostro smartphone che in inverno, quando siamo prevalentemente a casa o in ambienti con connettività Wi-Fi non abbiamo preso in considerazione. La voglia di rimanere connessi al nostro social network preferito condividendo foto e stati d’animo dalla spiaggia, dai luoghi che visiteremo o durante le vacanze potrebbe portarci, infatti, a erodere la quantità di dati disponibile abbinato alla tariffa telefonica che abbiamo scelto.

Il piano dati più utilizzato, quello da due GB, è più che sufficiente, infatti, per leggere la posta elettronica, navigare in internet, scambiare qualche messaggio o condividere qualche foto ma sicuramente è insufficiente se ci vogliamo spingere oltre, condividendo molte immagini, ascoltando ore e ore di musica in streaming o se desideriamo rilassarci sotto l’ombrellone guardando un bel film.

Guardare una decina di filmati YouTube o un quarto d’ora di filmato streaming su Sky significa, infatti, consumare quasi 150 MB, un terzo della disponibilità settimanale del nostro piano dati da due GB, mentre una sola foto alla massima risoluzione erode il traffico residuo di circa due megabyte e mezzo. Non dimentichiamo poi il download di applicazioni e aggiornamenti delle stesse o il traffico generato per scaricare le mappe per il navigatore o per le eventuali chiamate VoIP.

Molto spesso i gestori suddividono il traffico generato in periodi settimanali, il che significa, come nell’esempio sopra, che in una settimana potremo aver disponibili solo 500 MB, un quarto dei due G del nostro piano dati. Facciamo particolare attenzione alla politica commerciale che i gestori usano quando superiamo le soglie. In alcuni casi il traffico in eccesso è addebitato a cifre abbastanza elevate (due o tre euro/GB) mentre in altri casi al superamento della soglia il collegamento scade alla velocità lentissima di una connessione EDGE.

Se pensiamo di andare in vacanza informiamoci quindi della disponibilità del Wi-Fi oppure chiediamo al nostro gestore di attivare un piano dati che ci consenta di avere più MB al giorno e, soprattutto, scarichiamo l’applicazione del gestore per mantenere sotto controllo le soglie evitando brutte sorprese.

Wi-Fi_Mail.ru