iPhone 5: due milioni di preordini nelle prime 24 ore. Inizia l’invasione.



Ieri Apple ha annunciato che due milioni di utenti hanno fatto un preordine dell’iPhone 5 nelle 24 ore successive all’apertura delle ordinazioni da parte dei vari venditori, polverizzando letteralmente il precedente record di iPhone 4S che, nello stesso periodo di tempo, lo scorso anno era arrivato a quota un milione.

Le prime consegne sono previste per il 21 settembre e, sebbene Apple abbia dichiarato che la maggior parte degli ordini sarà evasa in un giorno, s’iniziano a prospettare possibili arretrati che potrebbero, comunque, essere smaltiti entro il mese di ottobre. Ovviamente la casa di Cupertino si è attrezzata per avere disponibili scorte addizionali nei suoi negozi quando questi apriranno venerdì mattina.

Lo scorso anno la Mela ha venduto, nei tre giorni successivi al lancio, ben quattro milioni di iPhone 4S. A questo punto quelle che sembravano previsioni azzardate di celebri analisti “rischiano” seriamente, di diventare realtà: dieci milioni di iPhone 5 consegnati nelle prime tre settimane per accontentare i nuovi clienti e i fan della Mela che vogliono aggiornarsi al più presto.

Solo il tempo potrà dire se il successo di iPhone 5 sarà senza precedenti, anche se le previsioni di Craig Berger a FBR Capital Market parlavano di consegne di circa 250 milioni di iPhone 5 nel corso del suo ciclo di vita. Il merito va dato al grosso impegno messo da Apple nelle innovazioni tecnologiche introdotte con un’influenza non da poco dell’impatto dei mercati asiatici con la Cina in testa.

Se si dovesse verificare una tale eventualità, il nuovo modello di smartphone della Mela potrebbe raggiungere e superare come vendite il numero di iPhone venduti in tutto il mondo fin dal 2007. Il successo senza precedenti potrebbe portare un risultato eccezionale anche sui dati economici e finanziari dell’azienda con le azioni che potrebbero superare la quotazione a quattro cifre con un benefico impatto sul prodotto interno lordo degli Stati Uniti.