Facebook mobile chat: si paga?



Chi acquista un cellulare di ultima generazione (smartphone o simili) troverà quasi sicuramente sullo schermo anche l’icona di Facebook, il social network più famoso.
Partiamo da una verità incontestabile: alla fine dei conti Facebook è un sito come gli altri e quindi è possibile utilizzarlo con qualsiasi telefonino (anche datato) in grado di navigare. Basta collegarsi a all’indirizzo http://m.facebook.com e, dopo essersi autenticati, si accede ad una versione semplificata del social network.
Il vantaggio della versione mobile, che è minimizzata ed alleggerita, è che scarica pochi kbyte è quindi, anche senza abbonamento o formule promozionali del gestore, ha un costo limitato.
Se poi il nostro cellulare ha installato il browser Opera Mini si rischia, almeno con Tre, di non pagare quasi nulla, visto che la pagina scaricata non supera i 2/3 kbyte e Tre inizia a conteggiare dal sesto kbyte in poi.
Purtroppo sia dalla pagina mobile di Facebook che da quella dedicata ai touchscreen (http://touch.facebook.com) non è possibile chattare in tempo reale con contatti ed amici. E spesso non è possibile farlo nemmeno con le app dedicate a Facebook dai produttori di cellulari che pure pubblicizzano tanto la presenza di Facebook sul proprio telefonino.
L’unica è di scaricare ed installare sul cellulare una app apposita (tipo ebuddy) che consente di utilizzare i piu utilizzati servizi di messaggerie del momento.
Purtroppo, anche se il software è gratuito, il collegamento si paga. Quindi se si desidera usare il cellulare per chattare, navigare, collegarsi a Facebook o twitter conviene sempre attivare un piano che preveda anche una buona quantità di dati al mese verificando con l’operatore (meglio in un punto vendita) la piena compatibilità del piano con i servizi richiesti. Troppi utenti hanno già ricevuto il messaggio Credito Insufficiente al primo tentativo di chat!