BlackBerry Messenger si staccherà dalla casa madre?



Non è una novità che BlackBerry stia attraversando un momento di crisi e soffra pesantemente la concorrenza delle altre piattaforme mobili. Lo storico marchio che, grazie ai suoi servizi, era riuscito a catalizzare intorno ai suoi smartphone l’interesse della clientela aziendale vede calare sempre di più, un trimestre dopo l’altro, le sue quote di mercato.

In questo quadro trova terreno fertile la notizia, riportata dal Wall Street Journal l’altro giorno, che vorrebbe BB pronta a cedere la gestione e lo sviluppo del servizio BlackBerry Messenger a una società, collegata sempre a RIM, che dovrebbe curarne lo sviluppo e la commercializzazione anche in vista della ventilata migrazione anche su iOS e Android. La nuova azienda “satellite” dovrebbe, secondo il Wall Street Journal, chiamarsi BBM Inc.

Sin dalla data del suo lancio sul mercato, BlackBerry Messenger è stata una delle piattaforme preferite dagli utenti BlackBerry. L’applicazione, infatti, consente agli utenti di scambiare messaggi istantanei con altri utilizzatori del servizio senza dover pagare. Anche se BlackBerry ha perso popolarità, il servizio Messenger è rimasto molto usato. Bisogna, comunque, considerare che la nuova azienda si troverebbe ad affrontare l’agguerrita concorrenza di altre piattaforme di messaggistica quali WhatsApp e WeTalk che, negli ultimi tempi, hanno incontrato il favore del pubblico.

Secondo quando riportato dal WSJ, la creazione di BBM Inc. precederebbe di poco l’espansione del servizio anche su altre piattaforme. Le fonti del Wall Street Journal riferiscono che una versione multipiattaforma di BlackBerry Messenger sarebbe stata già realizzata oltre un anno fa, mentre, internamente alla casa madre sarebbe addirittura in funzione una versione desktop del servizio.

Il distacco della “costola” BlackBerry Messenger arriva dopo l’annuncio della creazione di un gruppo di lavoro BB che starebbe valutando le “alternative strategiche” per la collaborazione con altre aziende che non escludono la cessione ad altri marchi di servizi e divisioni.

In merito alla vicenda BlackBerry Messenger i commenti dal Canada sono lapidari. Come riferisce “La Stampa” un portavoce di BlackBerry ha detto: “Abbiamo annunciato i nostri piani per offrire i nostri servizi di messaggistica anche su iPhone e Android questa estate”, concludendo “Non abbiamo fatto altri annunci”.

bbm7